Prenota il tuo posto con:

Get in touch

e: info@footballaid.com
t: 0131 220 5999

La storia

Football Aid è stata fondata nel 2000 dal businessman Scozzese Craig Paterson, con l'obiettivo di raccogliere fondi per trovare una cura per il diabete; una condizione diagnosticata a suo figlio all'età di 12 anni. Essendo lui stesso un grande appassionato di calcio, si è sempre stupito di quanto la gente fosse pronta a spendere in cimeli e gadget collegati al calcio, e si domandò quanto la gente avrebbe potuto pagare per vivere il sogno di segnare un gol al Celtic Park, Ibrox o all'Old Trafford. Il concetto di Football Aid nacque così: l'esperienza di una vita che dona l'opportunità agli appassionati di calcio di mettersi nei panni dei propri eroi e giocare per la propria squadra o Nazionale nei più famosi stadi del mondo.

Nel maggio 2001, in tutto il Regno Unito, oltre 1200 appassionati hanno indossato la loro maglia preferita, attraversato il tunnel degli spogliatoi, dando il via alla prima stagione di gare di Football Aid. Grazie al supporto di alcune leggende del calcio come Steve Bull, Gary Mabbut e Sir Bobby Robson, Patron di Football Aid,è stato un incredibile successo, e da allora Football Aid è cresciuto passo dopo passo.

Nel 2003 abbiamo realizzato la nostra prima partita al di fuori dei confini britannici firmando con il FC Barcelona, dando l'opportunità ai fans dei Giganti Catalani di giocare al Camp Nou, universalmente riconosciuto come uno dei migliori stadi di calcio del mondo. Un anno dopo ha avuto luogo il nostro primo International Event, in collaborazione con SFA ed il nostro sponsor BT Scotland, dando l'opportunità ai fans di indossare la gloriosa maglia blu scuro della Nazionale Scozzese giocando al fianco di leggende come Danny McGrain (nostro Vice Patron), Gary McAllister e John McGinlay nello splendido impianto di Hampden.

Nel 2005, in anteprima sotto i riflettori di Upton Park, si è svolto il nostro “Celebrity Live the Dream”. Un Football Aid “All Stars” che si è scontrato contro un formidabile team formato da celebrità del calibro di Steve Harris degli Iron Maiden, l'ex Campione Mondiale di Boxe Colin McMillan, il boxer internazionale e campione ABA Tony Cesay e la leggenda del West Ham Steve Potts. Nessuna sorpresa quindi, con la larga vittoria per 9-4 delle Celebrities...

Nel 2007, il Jersey Festival of Football, è stato inaugurato con gli eventi “Live the Dream”, sponsorizzati dalla Royal Bank of Scotland International e supportati dai Jersey States. Le nostre partite si sono svolte al Jersey Springfield Stadium a settembre, e sono state un grande successo, con in campo leggende come Graeme Le Saux, Kevin Gallacher, Pat Nevin, Chris Waddle, Viv Anderson e Danny McGrain.

Nel 2010 abbiamo celebrato il nostro anniversario con la stagione “Decade of Dreams”, annunciando che la leggenda della Nazionale Scozzese e del Manchester United Dennis Law, avrebbe preso il posto di Sir Bobby Robson come Patron di Football Aid.

Fin dalla stagione di esordio, il 2001, Football Aid ha permesso a 14.000 appassionati di calcio di vivere quest'esperienza da sogno in oltre 535 match di beneficenza in tutto il Regno Unito permettendo di devolvere oltre £2M alle varie associazioni coinvolte nel progetto in 13 anni di attività. Con i successivi eventi Celebrity Matches, nati recentemente, la nuova esperienza di allenamento Legends Master Class, e con l'obiettivo di sviluppare il nostro approcio internazionale includendo Inghilterra, Irlanda e Galles, il futuro appare certamente brillante per Football Aid.

Riconoscimenti

Vincitore del premio “Business in the Community” nell'Edinburgh Evening News – Lothian Business Excellence Awards 2005.

Finalista nel National Business Awards nelle categorie Customer Focus e Corporate Social Responsability nel 2005.

Il Chairman Craig Paterson è stato finalista nel Entrepreneur of the Year Awards nel 2005.

Vincitore del “New Corporate Partner Award 2004” da Diabetes UK.

Craig Paterson è stato “Highly Commended” nel 2003 e “Shortlisted” nel 2004 per il Premio Beacon come riconoscimento per il suo eccezionale contributo per le cause sociali e benefiche.